Progettare un giardino


Ogni giardino può essere creato e progettato seguendo dei modelli di stile.

L’unione di stili diversi e troppe piante di diverso tipo, può creare una grande confusione e risultati non soddisfacenti, piuttosto che ciò che ci si aspettava.

 

Regole chiave per progettare giardini diversi:

  • Se state partendo da zero e non avete le idee ben chiare su come creare il giardino dei vostri sogni, date un’occhiata ai diversi tipi di giardino che potete progettare e scegliete quello che si avvicina di più ai vostri desideri.
  • Scegliete il tipo di giardino che piace a voi, non quello che va più di moda.
  • Prendete spunto da riviste e create uno schema del vostro giardino con ritagli di immagini o fotografie di piante, pavimentazioni, arredi.
  • Una volta identificato il tipo di giardino che desiderate, e schematizzato un progetto, fate il punto della situazione sul tipo di piante e arredi da coordinare.
  • La creazione di un progetto è indispensabile per poter decidere quali e quante piante e arredi acquistare. Vi aiuterà anche a non ammucchiare troppe cose che non serviranno nello spazio a disposizione.  

Come progettare al meglio il giardino:

 

Giardino mediterraneo

Scegliete di creare un giardino mediterraneo se vi piacciono le piante amanti del sole, con fioriture vistose e colorate, o piante che amano ambienti siccitosi, come il Cistus a fiori rosa, la lavanda, il rosmarino aromatico che cresce anche nella ghiaia. Cespugli di erba santolina e longilinei cipressi caratterizzano i giardini della Provenza, e portano la memoria a vacanze trascorse al mare.

Giardino di campagna

Se siete una persona precisa e ordinata, non scegliete questo tipo di giardino, dove, solitamente, frutti e fiori sgomitano con erbe e ortaggi per lo spazio a disposizione. Questo tipo di giardino è l’ideale se vorrete coltivare il numero più ampio di piante possibile, e senza essere troppo precisi nella disposizione di sentierini e pergolati. Questo tipo di giardino non richiede ordine e rigore; sarà consentito coltivare cavoli tra le rose con uno stile che vi piacerà.

Giardino giapponese

C’è chi preferisce non avere a che fare con i fiori, e sceglie uno spazio tranquillo dove tutto è ordinato e sotto controllo. Un giardino giapponese è composto tipicamente da pietre disposte con un certo ordine, aceri e ciliegi fioriti in primavera. Uno spazio ideale per meditare in tranquillità, specialmente quando si è impegnati a rastrellare la ghiaia in linee precise e ondulate. 

Giardino di campagna in città

Se vivete in città, ma vorreste avere un giardino di campagna, lasciate crescere l’erba più alta e seminate fiori selvatici nel prato. Una pergola, attaccata al muro di casa, vi permetterà di crescere rose antiche, clematidi e caprifoglio.

Giardino alla francese

In alternativa, se preferite l’ordine e la precisione potete trarre ispirazione dai grandi giardini francesi di Versailles, costituiti da zone regolari accostate con precisione, ai lati di vialetti. Quasi come un insieme di contenitori uniti, da voi riempiti come preferite, sarà una bella cosa, anche se in piccola scala.

Giardino lacustre

L’acqua può offrire infinite possibilità e aspetti. Una serie di laghetti sparsi nel giardino favorirà lo sviluppo di specie selvatiche, pesci, anfibi e piantine lacustri. Inoltre, nei laghetti si possono coltivare splendide ninfee.

 

  

 

Quanto descritto può essere molto d’aiuto per prendere spunto nella progettazione del giardino, non è necessario seguire rigidamente uno stile; si rischierebbe di creare un giardino senz’anima, troppo perfetto ma privo di personalità. Aggiungete un tocco di personalità, indice del vostro stile unico: una scultura, un arredo carino, contenitori di forme particolari, vasi che avete acquistato nel corso di viaggi…

Siate realistici, utilizzate ciò che avete a disposizione e in base alle condizioni e all’ambiente in cui vi trovate. Ovvio che se il vostro terreno è, ad esempio, di tipo paludoso, difficilmente riuscirete a fare un giardino con piante tipicamente mediterranee. Comunque potrete provare a preparare il terreno rialzandolo con sabbia e coltivare piante mediterranee, pacciamando il terreno con ghiaia. Procuratevi un paio di piante di limone da coltivare in vaso sulla terrazza in estate, o una bougainvillea, così da creare un’atmosfera tipicamente provenzale o di Ibiza.

Fate in modo che il vostro giardino sia funzionale e pratico. Pensate a ciò di cui avrete bisogno nel vostro giardino: un filo per stendere i panni, una zona per il gioco dei bambini, uno spazio dove tenere giochi e attrezzi, un angolo dove fare compostaggio. La predisposizione di questi spazi sarà necessaria e considerata come uno spazio esterno fruibile per tutta la famiglia.

Se avete la fortuna di avere un giardino molto grande, potrete pensare di dividerlo in zone diverse: una zona da vivere tutti i giorni, dove mangiare e invitare amici, vicino alla casa; una zona centrale leggermente appartata; una zona in fondo al giardino dove fare un capanno per gli attrezzi o un piccolo laboratorio.

I migliori giardini, comunque essi siano, grandiosi o modesti, estesi o più piccoli, privati o pubblici, hanno una caratteristica comune: devono avere carattere e saper creare un’atmosfera speciale; questo succede solo quando chi li progetta ci mette un po’ della sua anima, insieme alle piante e agli arredi.