Controlla il tuo sistema d’irrigazione a goccia


Con l'arrivo del caldo estivo, gli eventuali problemi di un sistema di irrigazione saranno subito visibili, l'importante è saperli riconoscere per tempo...

Con l’arrivo dell’estate, eventuali problemi al sistema d’irrigazione si manifesteranno con la crescita stentata di qualche pianta. Quando una sola pianta soffre la sete o secca non sempre è colpa di un patogeno o di un insetto. Molte volte, in realtà, la colpa è dell’impianto d’irrigazione a goccia che non funziona bene e dell’insufficiente apporto idrico.

Il modo migliore per controllare è quello di inginocchiarsi e verificare con le proprie mani le condizioni del terreno. Se è completamente asciutto o zuppo d’acqua, sarà opportuno controllate il sistema d’irrigazione e il corretto funzionamento degli ugelli.

  • Pulire o rimpiazzare gli ugelli intasati; controllare tutto il sistema e riparare eventuali rotture o perdite.
  • Verificare l’eventuale presenza sui tubi di fori, nodi o altri danni che impediscano la corretta distribuzione dell’acqua alle piante.
  • Controllare la corretta distribuzione di acqua. La maggior parte degli ugelli sono tarati in base al volume di acqua che si vuole distribuire in un’ora (l/h), solitamente 2 o 4 litri all’ora. Per inumidire il suolo fino a profondità di 45-120 cm (profondità raggiunta dalla maggior parte dei piccoli cespugli), gli ugelli devono lavorare per molto tempo.
  • Controllare il sistema di irrigazione durante l'irrigazione. Controllare il suolo con una bacchetta rigida o un cacciavite; penetrano con facilità se il terreno è umido, meno se il terreno è secco. 
Regolare il timer in modo da inumidire il terreno in maniera appropriata e distanziare gli apporti di acqua il tempo giusto da permettere al terreno di asciugarsi parzialmente.