Compostaggio: riciclare in giardino


Il compost è il sottoprodotto derivato dalla decomposizione di materia organica: rifiuti di cucina e del nostro giardino

Il compost è un ottimo ammendante per i suolo, chiamato “oro nero” da molti giardinieri, migliora la struttura del terreno e lo stato di nutrizione delle piante. Può anche essere utilizzato come pacciamatura per limitare la crescita di erbacce.

Fare compostaggio è un’operazione più semplice e veloce che coltivare pomodori. In poche ore, è possibile assemblare un mucchio per il compostaggio avviandosi alla produzione di compost fatto in casa.

 

Vantaggi del compostaggio

Il compost è ottimo per il giardino:

Fertilità. Il compost aggiunge al terreno una buona dose di nutrienti, enzimi e minerali, in forma facilmente assimilabile dalle radici delle piante. Rilascia i nutrienti lentamente, nel tempo, funzionando come fertilizzante, senza bruciare le piante. Aggiungendo un fertilizzante, i microrganismi presenti nel compost aiuteranno le piante ad assorbire i nutrienti.

Struttura del suolo. Il compost migliora la struttura del suolo, a prescindere dal tipo di suolo. Suoli argillosi e compatti, sabbiosi e sciolti o anche ben bilanciati, si arricchiscono. L’aggiunta di compost riduce il compattamento del suolo e la formazione di croste in superficie, influendo sul drenaggio. Il compost è un ammendante così funzionale perché è costituito al 100% da sostanza organica, che accresce la capacità del suolo di assorbire acqua e migliorarne la struttura.

Benefici. Il compost aumenta il numero e l’attività di microrganismi utili (quali funghi, alghe e nematodi) presenti nel suolo e la presenza di vermi, formiche e millepiedi. La fauna del suolo degrada la sostanza organica facilitandone la conversione in nutrienti facilmente assorbibili dalle radici delle piante. Con il compost viene fornita al terreno microfauna attiva, che può agire anche nel controllo di alcune malattie che attaccano le piante.

Oltre ai benefici apportati in giardino, il compost è utile anche per l’ambiente, in quanto aiuta a limitare il quantitativo di rifiuti che finiscono nelle discariche. In questo modo, si riducono anche le tasse sulla spazzatura prodotta, e i soldi spesi in fertilizzanti e acqua usati in giardino.

 

Cosa si dice sul compostaggio                                           

Il compost puzza. Al giorno d’oggi, se attuato nella maniera corretta, l’unico odore emesso dal compostaggio è quello di terra umida. Se il composter emana un odore sgradevole, significa che state agendo nella maniera sbagliata.

Il compostaggio è impegnativo. L’operazione che richiede più impegno nel compostaggio è dotarsi dell’attrezzatura iniziale necessaria ad avviarlo. Può essere impegnativo anche il trasporto del compost finito dal composter al terreno dove verrà sparso, dipende dalle dimensioni e dal peso del mucchio. Oltre a questi aspetti, l’aggiunta di materiale al composter e il suo rivoltamento una o due volte l’anno, non richiede molto sforzo.  

Il compostaggio richiede spazio. La produzione di compost non richiede spazi enormi. Bidoni per il compostaggio di piccole dimensioni sono ideali per piccoli giardini. Il compostaggio può essere organizzato anche in un appartamento o a livello condominiale con bidoni appositi.

 

vedi anche:

- compostaggio: come funziona

- compostaggio: come si inizia

compostaggio: cosa fare e non fare