Img_Articolo_3_250x215px

Graminacee e Allergie


In passato i disturbi delle vie respiratorie causate dai pollini venivano indicati col nome di "febbre da fieno".

Ne soffrivano infatti prevalentemente i contadini che vivevano nelle aree coltivate a cereali o foraggi e i sintomi si manifestavano non solo durante la fioritura di queste piante ma anche quando esse venivano raccolte, poiché nelle polveri erano presenti granelli di polline.

Tuttora le graminacee, famiglia di piante composta da numerosissime specie tra cui appunto i cereali di cui ci nutriamo e le erbe utilizzate per la produzione di foraggi, sono la causa principale di allergie. In Toscana ad esempio, su 100 pazienti allergici analizzati, oltre 80 risultano sensibili ai pollini di graminacee. E queste persone sono costrette ad assumere antistaminici per lunghi periodi, giacché le fioriture delle varie specie si susseguono dalla primavera fino all’autunno.

 

Continua a leggere l'articolo