Grow Blueberries  - Fruit Vegetable Edibles Care - Bayer Garden

Coltivare i mirtilli in contenitore


I mirtilli sono adatti alla crescita in contenitore perchè hanno radici poco profonde, che si adattano facilmente alle dimensioni di un contenitore.

Un altro motivo per cui è possibile coltivarli in questo modo è che i mirtilli richiedono un terreno specifico a pH basso, acido (con valore ideale tra 4,5 e 4,8). Il mantenimento del pH del terreno a valori bassi, in caso di coltivazione in terra, può risultare difficoltoso. In contenitore, invece, potete acquistare un terriccio con pH adatto e tale rimarrà per 6-10 anni prima di dover aggiungere un correttivo.

 

Dimensioni del contenitore

Quando acquistate un cespuglio di mirtilli, mettetelo in un contenitore di 30 cm di diametro per i primi 2-3 anni. In seguito, trasferitelo in un contenitore del diametro di 50-60 cm.

 

Utilizzate il terreno adatto

Riempite il contenitore con un terriccio costituito come segue (miscuglio sperimentato presso la Colorado State University):

  • 40% torba di muschio non trattata
  • 40% fibra di cocco sminuzzata (reperibile nei centri giardinaggio)
  • 20% perlite
  • una manciata di zolfo per ogni pianta

In alternativa comprate un terriccio già pronto per acidofile.

 

Impollinazione

Il mirtillo è una specie autoimpollinante, tuttavia otterrete un raccolto maggiore con l’impollinazione incrociata tra piante appartenenti a varietà diverse. Scegliete piante che fioriscono nello stesso periodo, appartenenti alle varietà che meglio si adattano alla vostra località.

 

Altri utili consigli

  • Esposizione: sole pieno.
  • Temperature: dato che nei contenitori le radici sono più esposte al freddo in inverno, scegliete varietà che resistano di più al freddo. 
  • Pacciamatura: utilizzate una pacciamatura acida, come un compost di foglie di quercia, aghi di pino o corteccia di pino, per mantenere l’umidità del suolo e ridurre il calore.
  • Acqua: mantenete il terreno costantemente umido. Controllate il pH dell’acqua; l’utilizzo di acqua calcarea modifica il pH del suolo.
  • pH del suolo: controllate costantemente il pH del suolo con un pH-metro. Se il suo valore si sposta sopra il 5, aggiungete solfato di ferro.
  • Concimazione: utilizzate fertilizzanti per piante acidofile (come Baycote Acidofile) e somministrateli 4-6 settimane dopo aver messo a dimora la pianta.
  • Fioritura: il primo anno, rimuovete tutti i fiori della pianta per favorire lo sviluppo dell’apparato radicale.
  • Potatura: le piante ormai sviluppate necessitano di una potatura a inizio primavera ogni anno.
  • Raccolta: proteggete le bacche mature dagli uccelli con una rete apposita. Aspettate che le bacche si colorino di blu e diventino più dolci, prima di raccoglierle: una volta raccolte, le bacche non maturano né si addolciscono più.

 

Mirtilli in vaso

Acquistate piante di 2-3 anni: i cespugli iniziano a fruttificare al quarto anno. A maturità (8–10 anni), un cespuglio può produrre 1–5 kg di frutti.

Provate le seguenti varietà da coltivare in contenitore.

  • Top Hat (varietà nana, a cespuglio, indicata per la coltivazione in vaso)
  • Chippewa (varietà di media altezza)
  • Northcountry (varietà di media altezza)
  • Northblue (varietà di media altezza)
  • Misty (varietà a cespuglio alto)
  • O’Neal (varietà a cespuglio alto)
  • Sharpblue (varietà a cespuglio alto)
  • Sunshine Blue (varietà seminana, a cespuglio, indicata per la coltivazione in vaso)