Raising Pepper - Vegetable Edible Plant Care - Bayer Garden

Coltivare i peperoni


Avrete un giardino colorato, piantando peperoni in tonalità verde, arancio, rosso, giallo, porpora o anche nero.

Le forme sono variabili: a campana, a cilindro, a sfera o allungata. I peperoni arricchiscono il piatto con vitamine, fibre e antiossidanti. I peperoni rossi forniscono più del 100% della richiesta quotidiana di vitamine C e A, mentre quelli verdi contengono più fibre, acido folico e vitamina K.

Di origine tropicale, i peperoni si sviluppano bene con il caldo. Crescono bene a temperature comprese tra i 20º e i 25º C di giorno, e tra i 15º e i 20º C di notte. La crescita si ferma e i fiori appassiscono quando le temperature scendono sotto i 13ºC o superano i 30ºC.

Uno dei vantaggi di questa specie è quello di offrire un buon raccolto con il minimo sforzo.

Sia che venga coltivato in contenitore, sia in orto, raccoglierete i frutti se avrete cura degli elementi basilari: suolo, acqua e nutrienti.

 

Posizione d’impianto

I peperoni hanno bisogno di almeno sei ore di sole al giorno. Vogliono un terreno ben drenato, ricco in sostanza organica e fosforo. Quando trasferite le piantine in terra, l’ideale è che il suolo abbia una temperatura di circa 20°C. Ponete le piantine su file distanti 40 cm, a 30 cm una dall’altra, oppure sfalsate, disponendo tre piante disposte a croce, in uno spazio di 90 cm. Piantate fittamente per ombreggiare il terreno e ridurre l’evaporazione dell’acqua. Impianti fitti permettono inoltre di ombreggiare i frutti in maturazione. Sorreggete le piantine con dei tutori e, a maturazione dei frutti, legate gli steli in modo da non far piegare e rompere la pianta.

 

Acqua e nutrienti

I peperoni necessitano di un’umidità costante del terreno, altrimenti i frutti assumono un gusto amaro. La pacciamatura aiuta a mantenere l’umidità del suolo, tuttavia, se messa troppo presto durante la stagione, può ridurre la temperatura del suolo. Un telo in plastica nera, o uno strato di ghiaia, possono scaldare il terreno a inizio stagione; utilizzateli prima di mettere a dimora le piantine, così da preparare il terreno in anticipo. Per evitare di raffreddare il terreno, non utilizzate pacciamatura costituita da fieno, foglie sminuzzate, plastica bianca o erba tagliata, prima di mettere in terra le piantine di peperone.

Concimate il terreno prima dell'impianto e ripetete la somministrazione di fertilizzante, o letame, alla formazione dei frutti.

 

Risoluzione dei problemi

  • Se le piante hanno fiorito, ma non hanno sviluppato i frutti, scuotetele gentilmente, ogni giorno, per favorire l’impollinazione dei fiori (il peperone è una specie autoimpollinante).
  • Se il fusto attorno al peperone imbrunisce, non si tratta di una malattia, ma è un normale segnale di maturazione.
  • Iniziate a raccogliere i peperoni quando sono verdi, oppure attendete che diventino rossi, gialli o arancioni. I peperoni sono più dolci, o più piccanti, quando il loro colore vira sul rosso. Se raccogliete i peperoni verdi, la pianta continuerà a fruttificare.
  • Per raccogliere i peperoni, utilizzate un coltellino o delle forbici affiliate per eseguire un taglio netto e non rovinare lo stelo. Lasciate una porzione di stelo sul frutto per conservarlo più a lungo.

 

La scala di piccantezza “Scoville”

I peperoni hanno diversi gradi di piccantezza, misurata in unità “Scoville”. Come termine di misura, la capsaicina pura misura 15.500.000 unità Scoville.

 

Varietà

Unità Scoville

 

 

Anaheim

500-2.500

Jalapeno

2.500-4.000

Serrano

7.000-25.000

Cayenne

30.000-50.000

Thai

70.000-100.000

Habanero

100.000-325.000