E’ facile da coltivare, produce tanti frutti, ed è un cespuglio di bell’aspetto. In primavera emette dei bei fiorellini di colore bianco, a forma di orcio. In autunno il colore delle foglie varia dall’oro, arancio, rosso o bronzo, in base alla varietà.

 

Una scelta sana

Perchè scegliere di coltivare mirtilli? Oltre ad essere facili da coltivare, le bacche prodotte, di colore blu-nero, fanno molto bene alla salute, consumate fresche, disidratate o congelate. I mirtilli, infatti:

  • sono ricchi in vitamina C e in antiossidanti;
  • aiutano ad abbassare la pressione sanguigna;
  • sono antitumorali;
  • hanno un elevato contenuto in fibre;
  • vantano un basso indice glicemico, caratteristica che li rende un eccellente zucchero sostitutivo per i diabetici.

Cose da sapere per la coltivazione dei mirtilli

Il mirtillo richiede terreni acidi per crescere e produrre: il pH del terreno deve avere valori compresi tra 4.0 e 5.5; l’ideale è tra 4.5 e 4.8.

Alcuni terreni già posseggono questo valore di pH basso, mentre altri richiedono l’aggiunta di ammendanti per correggerlo: in questo caso è possibile aggiungere torba, solfato di ferro o zolfo a lenta azione. L’utilizzo di un terriccio acido, o di pacciame, costituito da foglie di quercia, o aghi di pino o corteccia di pino, può aiutare a mantenere l’acidità del terreno.

I mirtilli sono dotati di un apparato radicale superficiale, ideale per la coltivazione in contenitore o vaso sollevato da terra, soprattutto in zone dove il suolo non è naturalmente acido.

 

Altre chiavi di successo

Una volta corretto il pH del suolo, non è difficile mantenere la pianta in buona salute e produttiva. Ponetela in una posizione esposta al sole pieno e favorite il drenaggio. Pacciamate il terreno, mantenetelo umido, estirpate le erbacce. Utilizzate delle reti per proteggere le bacche dagli uccelli. Potatela nella maniera corretta.

 

Impollinazione: dal fiore al frutto

Il mirtillo è una specie autoimpollinante, tuttavia otterrete una produzione migliore piantando varietà diverse di mirtillo vicine e consentendo l’impollinazione incrociata. Scegliete varietà che fioriscano nello stesso periodo e adatte alle vostre condizioni climatiche.

 

FAQ

Quando inizia il raccolto?
La produzione inizia solitamente al terzo anno, e si intensifica a partire dal quarto anno. Acquistate piantine di 2-3 anni. Al primo anno, stimolate lo sviluppo dell’apparato radicale della piantina, asportandone i fiori.

Quante piante?
Mettete in terra in media due piante a persona, per ottenere un prodotto sufficiente.

Devo piantarle in file?
Con un numero inferiore di piante, otterrete una produzione più soddisfacente disponendo le piante in gruppi.