L'innesto della pianta da frutto


L’innesto è una tecnica che consiste nell’unire tra loro i tessuti di due piante.

Cos’è un innesto?

L’innesto è una tecnica che consiste nell’unire tra loro i tessuti di due piante. Una pianta, chiamata "portinnesto", viene selezionata per le caratteristiche del suo apparato radicale; l’altra viene scelta per le caratteristiche di foglie, fiori o frutti, e viene chiamata "marza".

L’innesto presenta numerosi vantaggi:

  • alcune varietà sono più robuste e resistenti a malattie, altre producono frutti di qualità migliore; unendo le due piante, si ottiene una pianta unica, migliore per robustezza e produzione;
  • le piante innestate entrano in produzione più in fretta rispetto a quelle cresciute da seme o talea.

Esistono diversi tipi di innesto:

Innesto a gemma, o a occhio

Consiste nel prelevare una gemma o "occhio" da una pianta florida. Questo verrà poi inserito su un robusto portinnesto. Effettuate un’incisione a T sul portinnesto, rialzate leggermente i lembi della corteccia e inserite nell’incisione la gemma. Legate l’innesto con un laccio di rafia e un nastro apposito per fissare bene il tutto. Una volta che l’innesto avrà attecchito, il nastro si scioglierà permettendo la crescita del nuovo germoglio.

Innesto a marza

Consiste nel prelevare una talea più grande, o più di una talea, ad esempio 2-3 talee, dotate ognuna di 2-3 gemme, da inserire nel portinnesto.

Esistono più metodi per ottenere un innesto con successo. Tagliate una porzione di ramo lunga pochi cm, il taglio deve essere fatto diagonalmente e dev’essere appuntito. Quindi fate un’incisione verticale a V sul portinnesto. Inserite le talee nel portinnesto, facendo coincidere bene i tessuti. Per far sì che siano bene a contatto col portinnesto, legatele strettamente con un nastro apposito per innesti.