Gli alberi da frutto piantati in giardino possono dare un’eccellente rendita, che copre l’investimento fatto. Un melo semi-nano, con una vita produttiva media di 15-20 anni, può produrre più di 500 mele a stagione. Se calcolate i costi necessari alla coltivazione di un melo, in 10 anni, un frutto vi costerà un solo centesimo.

Piantate varietà di piante da frutto con diversi periodi di maturazione; in questo modo avrete frutta fresca per tutto l’anno. Per sapere quale varietà di albero da frutto è la migliore per il vostro giardino, consultate i vivaisti locali, che sapranno consigliarvi i tipi e le varietà più adatti alla vostra zona.

Prima di mettere in terra una pianta, consideratene i seguenti caratteri principali.

 

Dimensioni della pianta

La maggior parte delle piante da frutta è disponibile in tre forme: nana, semi-nana e standard. Bisogna considerare che i portinnesti utilizzati per piante semi-nane, non controllano le dimensioni della pianta, ma contribuiscono di più all’adattamento della pianta al terreno e al clima (soprattutto al freddo invernale), alla resistenza a patogeni e malattie o all’età di produzione. Le dimensioni indicate sotto si riferiscono alla pianta non sottoposta a potatura. E’ meglio potare le piante dando loro una forma e delle dimensioni che vi permettano di raggiungere facilmente i rami durante le operazioni di raccolta, potatura e per eseguire i trattamenti da terra o con l’aiuto di uno sgabello o una piccola scala.

Piante nane: sono alberi di dimensioni ridotte (alte 2-3 metri) adatte a spazi del diametro di circa 2.5 m. Piante piccole sono più facili da potare, trattare, e raccogliere. I frutti prodotti hanno dimensioni normali. La produzione inizia al 3°-5° anno di età della pianta. La vita della pianta è generalmente più breve.

Piante semi-nane: sono piante di medie dimensioni (alte 3-5 metri), che richiedono spazi del diametro di 4.5 metri. L’esecuzione di una potatura annuale è necessaria per mantenere la giusta forma e altezza della pianta. Queste piante producono centinaia di frutti ogni anno, e iniziano a produrre al 3°-5° anno di età.

Standard: piante da frutto standard crescono fino a 7.5-9 metri e richiedono uno spazio di diametro variabile da 4.5 a 9 m, in base al tipo di pianta. Le operazioni di potatura, i trattamenti e la raccolta, con alberi di queste dimensioni, sono più difficoltose. La produzione di frutta inizia dopo il 3°-5° anno di età; queste piante vivono a lungo, a sufficienza per permettere ai vostri nipoti di mangiarne i frutti.

Piante a innesto multiplo: sono piante sul cui tronco sono state innestate più di una varietà; l’ideale per spazi ridotti. I diversi frutti maturano in tempi diversi, offrendo un buon raccolto in sequenza per il consumo fresco.

Nel scegliere le dimensioni della pianta, considerate il tipo di lavoro che dovrete fare per il suo mantenimento. Con piante più piccole dovrete abbassarvi sotto i rami per falciare o pacciamare.

Una potatura eseguita nel modo più appropriato garantirà la produzione di frutta di buona qualità e calibro. La potatura è necessaria anche per controllare le dimensioni della pianta e adattarla al paesaggio, ottenendo, ad esempio, siepi di fruttiferi.

Ad ogni modo, ogni varietà richiede un tipo particolare di potatura per fruttificare: informatevi a proposito. La cosa più importante è ricordarsi di non lasciar sviluppare la pianta fino a raggiungere dimensioni troppo elevate; utilizzate la potatura per tenerla sotto controllo.

 

Posizione della pianta

Sole: le piante da frutto richiedono pieno sole e riparo dal vento. Senza protezione dal vento, le piante crescono lentamente e richiedono più acqua.

Suolo: prima di mettere in terra una pianta, verificate le caratteristiche del terreno e quelle richieste dalla pianta. Gli agrumi preferiscono terreni leggermente acidi; i peri preferiscono suoli limosi o argillosi, a pH neutro. Il terreno deve essere dotato di un buon drenaggio, ad eccezione dei susini, che prediligono suoli umidi.

Luogo: evitate di piantare alberi da frutta alla base di una collina o in una conca dove si accumula aria fredda: a inizio primavera, le gelate tardive danneggiano la fioritura di piante che si trovano in queste posizioni.

Vicinanza: posizionate le piante in prossimità di una sorgente d’acqua. Piantate a una distanza da casa tale che i trattamenti non creino problemi. I frutti maturi attraggono gli animali selvatici, inclusi gli uccelli, che li fanno cadere. I ciliegi, in prossimità di un patio, avranno un effetto ornamentale. I frutti caduti a terra attraggono le vespe, con i problemi che ne conseguono.

Impollinazione: alcune piante da frutto sono auto-impollinanti; altre richiedono specifici agenti impollinanti per poter fruttificare. Anche le piante auto-impollinanti fruttificano di più se sottoposte a impollinazione incrociata. Generalmente, il modo migliore per ottenere una buona produzione è piantare due o più varietà della stessa specie, che abbiano però lo stesso periodo di fioritura (informatevi, a proposito, presso un vivaista specializzato): un susino a fioritura precoce non potrà mai avere impollinazione incrociata con un susino a fioritura tardiva. Capita che alcuni meli selvatici ornamentali impollinino un melo da frutto.