Coltivare agrumi di piccole dimensioni in casa potrebbe offrire numerosi vantaggi: sono piante dotate di bellissime foglie lucide, fiori fragranti e frutti commestibili.

Per questo genere di piante la coltivazione in casa o su terrazzo è particolarmente indicata sopratutto al centro nord, dove gli inverni rigidi possono gelare la pianta. Sarebbe infatti meglio, tenerla all’interno durante l’inverno e fuori durante l’estate.

Iniziare la coltivazione

Scegliete piante a sviluppo ridotto, solitamente innestate su portinnesti a effetto nanizzante, come Flying Dragon (Poncirus trifoliata varietà Mostruosa). Le varietà nane coltivate in vaso, di solito crescono non oltre 1,5 m. Se non trovaste la pianta che fa per voi, provate ad acquistarla online.

Regole principali per la coltivazione

Contenitore: scegliete contenitori leggeri per facilitare gli spostamenti della pianta (o poneteli su un portavasi con rotelle). Per una pianta di un anno, utilizzate un contenitore di 25-30 cm; per una pianta di 2-3 anni, scegliete un contenitore di 35-40 cm. Evitate di piantare un albero di piccole dimensioni in un vaso troppo grande. Assicuratevi che il vaso abbia i fori di drenaggio.

Suolo: utilizzate un terriccio leggero, venduto in sacchi, spesso ne esistono già adatti agli agrumi; ricordatevi di realizzare un strato drenante sul fondo del vaso fatto con argilla espansa.

Luce: per una crescita e produzione più sana, gli agrumi necessitano da 8 a 12 ore di sole al giorno (una serra fresca è l’ideale). In climi nordici, ponete la pianta davanti ad una finestra rivolta a sud o sud-ovest, per garantire luce anche in inverno.

Acqua: gli agrumi non gradiscono terreno troppo umido o troppo asciutto. Bagnate a fondo, e lasciate che il terreno si asciughi parzialmente, ma non che la pianta si disidrati. Le irrigazioni possono arrivare a 2 volte al giorno in estate e 1 volta alla settimana in inverno. Per capire se le piante necessitano d'acqua basta controllare se il terriccio è umido qualche centimetro sotto la superficie.

Umidità: la carenza d’acqua in inverno è uno dei principali problemi della coltivazione di un agrume in casa. Nebulizzate la pianta, utilizzate un umidificatore o vasi con riserva d’acqua. Tenete le piante lontane dai caloriferi o da correnti d’aria.

Fertilizzazione: se possibile, somministrate un fertilizzante apposito per agrumi, che contenga microelementi quali ferro, zinco e manganese. Molti fertilizzanti organici sono carenti di microelementi auindi l’apporto di fertilizzanti a base di alghe marine può risolvere questa carenza. Leggete e seguite sempre le istruzioni indicate in etichetta. Durante la stagione fredda, quando la pianta è tenuta in casa, somministrate fertilizzante a metà dosaggio.

Fiori e frutti: la fioritura piena degli agrumi avviene in primavera, anche se è possibile avere qualche bocciolo in fiore durante qualsiasi periodo dell’anno. Spesso, gli agrumi portano fiori e frutti allo stesso tempo. L’impollinazione avviene per opera del vento. In ambiente protetto, scuotete le piante per far muovere il polline. In alcuni casi si ricorre all’impollinazione manuale: con l’aiuto di un pennellino morbido si trasferisce il polline da un fiore a un altro.

Non fate maturare i frutti il primo anno di sviluppo della pianta, ma favorite lo sviluppo dell’apparato fogliare e radicale.

I frutti richiedono da 6 a 12 mesi per maturare, in base alla varietà. Il frutto è maturo quando ha raggiunto il giusto peso e la giusta colorazione; assaggiatelo per valutarne il sapore.

Potatura: potate i rami in ogni periodo dell’anno per dare forma alla pianta e aiutarla a contenere lo sviluppo. Un altro modo per limitare le dimensioni ed evitare che le radici si sviluppino troppo, consiste nel tagliarle di qualche centimetro ogni 3-5 anni, al rinvaso. In quell'occasione, è buona norma aggiungere nel vaso terriccio fresco.

Movimenti annuali: quando le temperature primaverili vanno al di sopra dei 5-7°C circa, spostate la pianta all’esterno. Acclimatatela alle condizioni esterne tenendola per qualche ora o giorno in una posizione protetta. Spostatela gradualmente all’esterno, soprattutto durante la notte. Utilizzate lo stesso metodo di acclimatazione che viene utilizzato per la forzatura dei semenzai. Allo stesso modo, circa due settimane prima che inizi l’autunno e la pianta venga spostata in casa, lasciatela per un breve periodo all’ombra, in modo da prepararla alle condizioni interne, meno luminose.

 

Varietà di agrumi

Varietà di agrumi di piccole dimensioni, che producono e si adattano meglio alla coltivazione in vaso, in ambiente interno, sono:

  • Citrus limon Meyer (Citrus x meyeri): produce limoni larghi e dolci tutto l’anno.
  • Calamondino: produce frutti acidi con buccia dolce; utilizzati per la produzione di ottime marmellate.
  • Limetta: produce frutti larghi, senza semi, che maturano in inverno o a inizio primavera.
  • Kaffir lime: ha foglie profumate e produce frutti gustosi utilizzati nella cucina Thai.
  • Kumquat: in autunno produce arancini dolci, lunghi 3-3,5 cm.