Zucca


Famiglia: Cucurbitaceae - Specie: Cucurbita maxima, C. moscata 

Origine

La zucca è originaria dell’America Centrale. Testimonianze della sua antica coltivazione risalgono all’8750 a.C. e al 7000 a.C. in Messico, rispettivamente nella Valle di Oaxaca e nelle grotte di Ocampo a Tamaulipas.

Importata dai primi coloni spagnoli di ritorno dalle Americhe, la coltivazione della zucca in Europa ha avuto inizio nel XVI secolo. La zucca ha sempre costituito un’importante fonte di nutrimento per le popolazioni più povere.

Caratteristiche

La zucca è una specie erbacea annuale. La pianta è vigorosa, ha portamento strisciante con rami che possono raggiungere metri o rimanere corti, in base alla varietà. Fusti e foglie sono ricoperti da una fitta peluria.

Produce grossi fiori gialli, di sesso diverso sulla stessa pianta. Nei fiori maschili il peduncolo è più lungo. Anche i fiori sono commestibili.

fiore di zucca 

Fiore di zucca

Il suo frutto, la zucca, può avere dimensioni e forme molto variabili, tonda o allungata, in base alla varietà coltivata. L’epidermide è dura e coriacea, con colorazioni variabili da giallo lucente a verde, arancione, marrone, in alcuni casi screziata. La polpa è prevalentemente di colore arancione e, nella parte centrale, fibrosa, contiene molti semi.

ingrossamento zucca 

Prime fasi di sviluppo del frutto

zucca matura 

Zucca matura

Il raccolto ha inizio quando foglie e steli iniziano ad avvizzire. Le zucche, asportate con un coltello, possono essere conservate per tutto l’inverno in ambiente fresco e asciutto. La tradizione vuole che si mangino entro carnevale.

Per uso alimentare sono coltivate la Cucurbita maxima, che produce le grandi zucche iernali, e la Cucurbita moscata, detta zucca popone. Alcune varietà di zucca vengono coltivate anche a scopo ornamentale.

zucca zucchette

Zucche ornamentali

Come coltivare

La zucca si sviluppa in climi caldo temperati, con temperature ottimali di 18-24oC. Può essere piantata all’esterno quando la temperatura del suolo non scende sotto i 15°C e non c’è più pericolo di gelate. I semi possono essere messi in terra da marzo a maggio, in buchi profondi 2-3 cm; mettere 3-4 semi per buca. La semina va fatta su file distanti 1,5-2 m

Una volta germogliate, lasciare 1-2 piantine per buca e sfoltirle lasciando i germogli meno deboli. È possibile seminare le piante in ambiente protetto e trapiantare le piantine all’esterno in aprile-maggio.

La zucca non ha particolari esigenze in quanto a suolo, predilige tuttavia terreni sciolti a medio impasto. È invece molto esigente in quanto a concimazione. Alla preparazione del terreno, in pre-semina, si distribuisce Bayfolan Natria (70 g/m²). Occorsono poi altre tre concimazioni con Bayfolan Multi Orti e Giardini (con 30 g/m² di prodotto), la prima al diradamento, la seconda dopo un mese e l'ultima prima che la vegetazione ricopra completamente il terreno. In alternativa, durante la vegetazione, somministrare 10-20 g/m² di concime a pronto rilascio Bayfolan Universale NF.

Innaffiare subito dopo la semina, dopo il trapianto e, in seguito, regolarmente fino alla comparsa del frutto. Evitare il più possibile di bagnare le foglie. 

Per ottenere frutti di grandi dimensioni, bisogna lasciarne solo due per pianta, e cinque per le varietà a frutto piccolo.

zucca

Proprietà

Le zucche, in particolar modo quelle a polpa giallo brillante, sono ricche in vitamina A, B e C, oltre a sali minerali e fibra.

Lo sapevi? Curiosità sulla Zucca

Le varietà giganti di zucca appartengono alla specie Cucurbita maxima, a maturazione invernale. Alcune varietà della specie Cucurbita lagenaria, a maturità, sono quasi del tutto prive di polpa e buccia molto dura. In passato, dopo averle svuotate, venivano utilizzate come contenitori per acqua o vino.

La polpa viene molto utilizzata, sia in cucina come ingrediente di numerosi piatti, sia in cosmesi, mischiata al miele per la produzione di maschere facciali. Per eliminare i punti neri, e pulire e levigare la pelle, specie se grassa, si prepara una maschera di bellezza per il viso con la polpa della zucca. Si schiaccia una fettina di zucca cruda e un pugnetto di semi e si mescola il tutto con miele; l'impasto si applica sul viso e si lascia per qualche minuto. 

Avversità

La zucca può essere attaccata da insetti quali afidi, aleurodidi, nottue, elateridi e insetti terricoli. Viene facilmente colpita anche da acari (ragnetto rosso).

Tra le malattie fungine: oidio, peronospora, muffa grigia, sclerotinia, Pythium, alternaria.

Soluzioni per il benessere della pianta

Problemi della pianta