Patata


Genere: Solanum tuberosum - Famiglia: Solanaceae

Origine

Originaria del Sud America, la coltivazione della patata risale al II millennio a.C., nelle regioni più alte delle Ande. In seguito alla colonizzazione del Nuovo Mondo da parte degli Spagnoli, la coltivazione di alcune specie di patata si diffuse rapidamente anche in Europa e Nord America. In un primo tempo la patata venne introdotta come pianta ornamentale, solo successivamente venne coltivata a scopi alimentari. In breve tempo, l’importanza della patata nell’alimentazione umana aumentò talmente tanto che, a metà del 1800, in Irlanda, una memorabile perdita di raccolto a causa di una malattia (la peronospora), determinò una grave carestia e la conseguente storica immigrazione degli irlandesi negli Stati Uniti.

Ciclo colturale

La patata, erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Solanaceae, è molto simile a pomodoro, peperone e melanzana. Nei primi stadi di sviluppo, mantiene un portamento eretto e cresce fino a un’altezza massima di 150 cm. Raggiunta la maturità, le foglie tendono ad avvizzirsi; questo segnale indica che è giunto il momento di raccogliere i tuberi.

Una volta che le foglie sono ingiallite, si può procedere all’estirpo della pianta e alla rimozione dei tuberi. Il raccolto avviene solitamente da luglio a settembre. In seguito, far asciugare le patate per qualche giorno, quindi conservarle in un locale fresco e buio per più mesi (tra i 6 e i 10°C)

Come coltivare

La patata si sviluppa in condizioni climatiche miti e fresche; cresce con temperature ottimali attorno ai 15oC. E’ preferibile piantare il tubero piuttosto che partire da seme. Idealmente, è ancora meglio utilizzare tuberi provenienti da zone di montagna; in questo modo si otterranno varietà più facilmente infette da virosi. Infatti ad elevate quote i vettori dei virus, gli afidi non sono presenti. Selezionare i tuberi migliori prima di interrarli: scegliere tuberi di diametro compreso tra 4 e 8 cm, e con “occhi” ben sviluppati.

Nel settentrione i tuberi vanno messi a dimora tra febbraio e giugno, tre settembre e dicembre al sud. Interrare i tuberi a una distanza di 30 cm uno dall’altro, su file distanti 50-60 cm. E’ possibile utilizzare tuberi di grosse dimensioni, tagliati in porzioni portanti 2-3 occhi ciascuna, lasciati all’aria per 3-4 giorni. Il metodo più semplice per interrarli è quello di scavare una trincea lunga e stretta, profonda 7-10 cm, disporre i tuberi sul fondo e coprirli con terra.

Predilige terreni sciolti, a medio impasto, profondi e freschi, a pH lievemente acido. Due settimane dopo la piantagione bisogna effettuare la prima rincalzatura radunando la terra sulla fila e coprendo i germogli fino al colletto. La medesima perazione si ripete ogni 20 giorni fino a quando le piante si toccano.

La pianta ha elevata necessità di concime: occorre concimare all'impianto con Bayfolan Natria, concime di origine naturale (80 g/m²). Successivamente si fanno ancora tre interventi con Bayfolan Multi Orti e Giardini (50 g/m²); occorrono ancora due interventi alla dose di 40 g/m², il primo all'emergenza della chioma, tra le file e il secondo all'inizio della suberificazione ai lati della rincalzatura. In alternativa, alla comparsa delle foglie, somministrare 15-25 g/m² di concime a pronto rilascio Bayfolan Pro Universale.

In fase di germinazione, la pianta di patata ha minima esigenza di acqua e l’irrigazione dev’essere eseguita solo in caso di necessità, allo scopo di mantenere umido il suolo.

Lo sapevi? Curiosità sulle Patate

Un ottimo rimedio contro la tosse secca può essere preparato con foglie di patata bollite in un litro di acqua con l’aggiunta di miele. Lo stesso preparato, senza l’aggiunta di miele, costituisce un rimedio ideale nei confronti delle infiammazioni delle vie urinarie.

Prestare attenzione alle parti verdi della patata; queste non devono essere mangiate poiché contengono solanina, una sostanza molto tossica.

La patata è utilizzata e apprezzata nelle cucine di tutto il mondo, dove costituisce l’ingrediente di molteplici ricette, cucinata in svariati modi: bollita, fritta, arrosto, grigliata, in purea, come gnocchi.

Al suo arrivo in Europa, si ritenne erroneamente che il consumo di patata favorisse lo sviluppo della lebbra.

 

Malattie e patogeni della patata

Guarda il video di Coltura e Cultura sulla patata

Soluzioni per il benessere della pianta

Problemi della pianta