Lattuga


Genere: Lactuca sativa - Famiglia: Compositae

Origine

Si ritiene che la lattuga abbia avuto origine nel vicino Oriente. I primi colonizzatori ed esploratori hanno introdotto quest’ortaggio nel Nuovo Mondo. Esistono numerose varietà di lattuga, comunemente utilizzate nelle cucine di tutto il mondo. Il suo nome deriva dal latino lactis, latte, in quanto le specie più antiche emettevano un liquido bianco dai tessuti.

Ciclo colturale

Esistono molte varietà selezionate di lattuga. Le più comuni sono:

  1. Incappucciata: con foglie larghe e spesse. Hanno cespi poco compatti e consistenza tenera.
  2. Iceberg: con foglie crespe, croccanti, di forma compatta, colore chiaro e sapore delicato.
  3. Romana: con foglie di forma allungata e sapore leggermente più amarognolo.
  4. Riccia: con cespo poco compatto, foglie delicate, crespe e con sapore delicato. 

La lattuga viene raccolta quando ha raggiunto dimensioni e numero di foglie richieste. Il cespo viene raccolto tagliandolo alla base, ma non troppo in profondità, così da permettere alla pianta di produrre altri 2-3 cespi nel corso della stagione. La produzione media è di 1.5 kg/m2. Se non viene raccolta, lo stelo si allunga fino a un metro e fiorisce.

Come coltivare

Questa pianta biennale (ma per il consumo viene coltivata per pochi mesi) predilige climi temperati, soffre temperature troppo fredde o troppo calde (in questo caso le foglie diventano molto amare).

In vivaio, i semi possono essere piantati tutto l’anno. Le piantine vanno trapiantate circa un mese dopo la germinazione dei semi. Vengono trapiantate distanti 25 cm una dall’altra, su file distanziate 40 cm. La semina può essere eseguita anche direttamente all’esterno, tra febbraio e aprile, oppure tra settembre e ottobre. Distribuire i semi 2 g/m2 in buche profonde 1-2 cm. La lattuga predilige suoli sciolti, a pH neutro o lievemente acido, ricchi in humus e ben drenati. Un prodotto di qualità superiore viene ottenuto in terreni irrigati con regolarità.

Si concima prima della semina o del trapianto con Bayfolan Natria (20 g/m²); dopo due settimane dal trapianto occorre distribuire ancora 20 g/m² di Bayfolan Multi Orti e Giardini. In alternativa, durante la vegetazione, utilizzare il Bayfolan Pro Universale, concime a cessione immediata, a 15-25 g/m². Irrigare spesso anche quando le piante sono ben sviluppate. 

Come proteggere

Entra nel Garden Doctor, il medico delle piante, per riconoscere le malattie che possono colpire la lattuga e scoprire come prevenirle e curarle.

Lo sapevi? Curiosità sulla Lattuga

Dal sapore fresco e delicato, la lattuga costituisce l’ingrediente principale di insalate e molti altri piatti, anche cotta. È molto povera in calorie, ricca di vitamina A, B e C. Ha proprietà diuretiche e stimola gli intestini pigri.

 

Guarda il video di Coltura & Coltura sull'insalata:

 

Leggi gli articoli di approfondimento:

- 10 suggerimenti per il controllo delle malerbe

- Le più comuni malerbe in giardino

- Insalate estive

Soluzioni per il benessere della pianta

Problemi della pianta