Cetriolino


Specie: Cucumis sativus - Famiglia: Cucurbitaceae

Origine

Originario dell’India, il cetriolino è una specie erbacea annuale, appartenente alla stessa specie del cetriolo, tuttavia è una cultivar diversa.

L’aspetto è quello di un piccolo cetriolo, allungato, con buccia rugosa, ma il sapore è differente, più dolce, fresco e croccante.

Ciclo colturale

La pianta può raggiungere un’altezza di 4 metri, con steli allungati, striscianti e rampicanti. I cetriolini possono essere raccolti due mesi dopo la messa a dimora, ossia da giugno, e devono essere ben sodi.

Si consiglia di non coltivare cetriolini sullo stesso terreno per più di 3-4 anni consecutivi

Come coltivare

Il cetriolino predilige climi caldi e umidi. Puo' essere coltivato all’esterno in climi caldi, seminando tra aprile e maggio. Scegliere una zona esposta alla luce del sole.

Predilige terreni sciolti, a medio impasto e reazione lievemente acida. Il suolo dev’essere ricco in humus, meglio se lavorato con letame maturo.

Concimare più volte nel corso della coltivazione con Bayfolan Multi Orti e Giardini (30 g/m² in pre-semina, 20 g/m² dopo 2-3 settimane, 20 g/m² alla comparsa dei frutti e 20 g/m² al raccolto). In alternativa, alla comparsa delle foglie, somministrare 10-20 g/m² di concime a rilascio immediato: Bayfolan Pro Universale.

Eseguire la semina su file distanziate un metro, in buche distanziate tra di loro 50 cm sulla fila; in ogni buca porre tre semi e annaffiare regolarmente.

Una volta che i semi sono germinati, diradare le plantule più deboli e lasciar sviluppare quelle più robuste, lasciando su ognuno 7-8 foglie. La pianta andrà sostenuta con tutori. 

Lo sapevi? Curiosità sul Cetriolino

I cetriolini vengono tipicamente conservati sott’aceto. Sono rinfrescanti, ricchi in vitamina C, non contengono colesterolo e apportano solo 11 calorie per 100 g.

Vengono utilizzati in cucina come ingredienti per insalate, salse e “chutneys” (salse speziate e piccanti).

Possono risultare difficili da digerire, soprattutto da parte dei bambini.

Problemi della pianta