Cavolfiore


Famiglia: Brassicaceae - Genere: Brassica oleracea

Origine

I cavoli sono originari dell’Europa e dell’Asia occidentale. Alla specie B. oleracea fanno riferimento numerose varietà di cavoli: cavolfiore, cavolo broccolo, cavolo cappuccio e cavolo verza.

Cure colturali

Il cavolfiore vuole un clima fresco umido, esposizione a mezz'ombra. Necessita di un terreno di medio impasto, ricco di humus. Occorre concimare con Bayfolan Natria (50 g/m²) oppure Multi Orti e Giardini (50 g/m²) prima del trapianto. E’ indispensabile irrigare soprattutto nelle prime fasi del ciclo colturale, fino alla prefioritura; in seguito non lasciare asciugare troppo il terreno.

Si semina tra maggio e luglio in semenzaio o anche direttamente a dimora.

Il trapianto va fatto tra luglio e agosto, quando le piantine hanno raggiunto un’altezza di 20 cm si trapiantano in pieno campo distanziandole di 50-60 cm sia sulla fila che tra le file.

La raccolta viene eseguita dall’inizio dell’autunno alla primavera. Si può conservare qualche giorno in frigorifero, in un sacchetto di carta, oppure in congelatore per un intero anno, avendo cura di dividerlo a pezzetti.

coltivazione cavoli

Proprietà

E’ ricco delle vitamine A, B e C, di amminoacidi e di sali minerali.

In cucina

Si usa lessato o gratinato ed è molto appetitoso anche fritto in padella o come condimento della pasta. E’ adatto ad essere messo sott’olio o sott’aceto.