Aglio


Genere: Allium sativum - Famiglia: Amaryllidaceae

Origine

Originario probabilmente delle steppe del Kazakhistan, l'aglio in antichità veniva usato da egiziani, greci e romani. Appartiene al genere Allium, come la cipolla, lo scalogno, il porro e l’erba cipollina. Oggi l’aglio viene utilizzato nelle cucine di tutto il mondo, principalmente in quella asiatica, ma anche in quella mediterranea ed italiana.

Ciclo colturale

L’aglio è una specie bulbosa perenne, anche se viene più frequentemente allevata come annuale, considerata la facilità con cui viene coltivata. L’infiorescenza, di forma sferica, è costituita da tanti piccoli fiorellini bianchi. Lo stelo, lungo, liscio e rigido, porta lunghe foglie verdi. La parte commestibile è costituita dal bulbo, formato da numerosi spicchi, fino a 12.

I bulbi sono pronti da raccogliere quando il colore delle foglie inizia a divenire giallo o marrone e iniziano a disidratarsi; estirpate le piante e lasciatele asciugare al sole per una settimana circa.

Come proteggere

Entra nel Garden Doctor, il medico delle piante, per riconoscere le malattie che possono colpire l'aglio e scoprire come prevenirle e curarle.

Come coltivare

L’aglio si sviluppa in climi caldo temperati; può crescere tutto l’anno in condizioni climatiche miti. La temperatura ottimale per la germinazione è tra i 15 e i 19°C.

E' facile da coltivare: si moltiplica mettendo in terra un singolo spicchio (bulbillo), scelto tra quelli più grossi, con la punta leggermente fuori dalla superficie del suolo. I bulbilli vanno interrati da ottobre a febbraio, a distanza di 15 cm l’uno dall’altro, in file distanziate 30 cm. Le semine autunnali daranno aglio a primavera, quelle di fine inverno, piu' adatte ai vlimi freddi, produrranno aglio da conservare.

Il terreno deve essere di medio impasto, sciolto e fertile, ricco in sostanza organica, ben drenato e illuminato. Si concima alla semina con Bayfolan Natria (20 g/m²), ripetendo la concimazione con Bayfolan Multi Orti e Giardini (30 g/m²) all'inizio dell'ingrossamento del bulbo. In alternativa a quest'ultima, impiegare Bayfolan Pro Universale (15-20 g/m²), alla comparsa delle prime foglie. Sono da evitare concimi organici, poiché possono provocare l’insorgenza di marciume radicale. Le normali pioggie sono solitamente sufficienti a soddisfare la richiesta di acqua. Tuttavia, in climi particolarmente caldi, può essere necessario bagnare per stimolare lo sviluppo delle piantine, evitando di bagnare le foglie.

Lo sapevi? Curiosità sull'Aglio

L’aglio è ricco di vitamine e possiede numerose proprietà medicinali. Viene utilizzato molto in cucina per dare più sapore a salse e ricette varie. Lʼaglio contiene lʼallicina, sostanza responsabile del tipico odore e con forte valenza battericida, frutto di una reazione chimica che avviene nel momento in cui uno spicchio viene tagliato o schiacciato.
Secondo la tradizione lʼaglio andava tenuto addosso la notte che precede il 24 giugno per proteggersi dalle streghe che in quella data si riteneva celebrassero il loro grande sabba annuale.

Avversità

- Tignola

- Tripidi

 

Cucinare l'aglio, un'idea?

Soluzioni per il benessere della pianta

Problemi della pianta