I termini utilizzati in Giardinaggio sono a volte poco conosciuti. Cercane il significato nel glossario del giardiniere di Bayer Garden.  

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R SU V W X Y Z

A


Acari

Artropodi caratterizzati da avere otto zampe appartenenti all'ordine degli Aracnidi. Gli acari possono essere parassiti delle piante (detti comunemente ragnetti) o di animali, possono predare altri artropodi (es. acari fitoseidi). Quando parassiti delle piante sono di difficile controllo poichè compiono numerose generazioni per stagione.

Acaricida

Sostanza o prodotto specificoindicata per il controllo degli acari.

Adiuvante

Sostanza, o prodotto, priva di attività biologica, ma utile a migliorare le proprietà fisiche e chimiche di un prodotto al fine di esaltarne l'efficacia.

Agrofarmaco

Prodotto autorizzato dal ministero della salute per il controllo di patogeni o parassiti. Vi sono due categorie, prodotti fitosanitari (autorizzati su colture edibili e/o piante ornamentali) e PPO (prodotti autorizzati solo per l’impiego su piante ornamentali)

Antere

Le antere sono la parte terminale degli stami, la parte maschile dei fiori delle Angiosperme. E' la parte che ad esempio sporge all'infuori dei fiori del giglio e generalmente sporca di giallo. Nelle antere si forma il polline.

Anticoagulante

Principio attivo contenuto nei rodenticidi, che blocca la coagulazione del sangue nei roditori (e negli altri mammiferi). Anticoagulanti di prima generazione: il roditore deve ingerire l'esca in più occasioni. Anticoagulanti di seconda generazione: è sufficiente una singola ingestione.

Anti germinello

Prodotto che ostacola la germinazione dei semi.

Apertura delle gemme

Stadio di sviluppo, tipico primaverile, durante il quale si ha l’apertura delle gemme.

Appetibilità

Tendenza di un essere vivente a soddisfare le proprie esigenze nutritive su un determinato substrato. Termine utilizzato in maniera inappropriata per indicare quanto un tipo di substrato attragga un essere vivente.

Avventizia

Pianta non desiderata che cresce in una coltura. Sinonimo di erba infestante.

 

B


Bulbose

Le bulbose sono piante tipiche delle famiglie delle Liliaceae, Alliaceae, Amaryllidaceae e Iridaceae, tra questi vi sono fiori molto belli come il giglio, l'iris, il gladiolo, il tulipano, il muscari, ma anche piante di interesse alimentare come l'aglio, la cipolla o lo zafferano. Il bulbo è un organo di propagazione vegetativa che svolge anche una funzione di protezione durante periodi sfavorevoli (ad esempio l'inverno). Nelle bulbo vengono anche accumulate sostanze di riserva.

 

C


Carenza

Patologia della pianta provocata da insufficienza o assenza totale di un elemento nutritivo essenziale.

Cerchi della Strega

Patologia del tappeto erboso che si manifesta con sintomi ad aree circolari, è causato da diversi funghi.

Clorosi

Patologia della pianta di varia origine, che si manifesta con decolorazione delle foglie. Può essere provocata, ad esempio, da carenza di ferro o pH alterato.

Colletto

Area situata tra l’apparato radicale e la base del tronco di una pianta.

Compost

Materiale organico degradato e riciclato come fertilizzante o ammendante per il suolo.

Concentrazione

Quantità di sostanza attiva presente per unità di volume, o massa, in un prodotto pronto all’uso. Può essere espresso, ad esempio, in g / L.

Curativo

Trattamento eseguito su una pianta malata o attaccata da un patogeno. Caratteristica di curatività in un fungicida è quella di eliminare il fungo al momento dell’insediamento evitando che si diffonda.

Cure invernali 

Trattamenti eseguiti durante il riposo vegetativo, come concimazioni di fondo o potatura

D


Defogliazione

Caduta di foglie.

Dicotiledoni

Gruppo di piante angiosperme, caratterizzate dalla presenza di due foglie cotiledonari nel seme e nella giovane plantula.

Diserbante

Sostanza o prodotto che controlla le piante. Può essere totale quando uccide tutte le piante in maniera indiscriminata o selettivo (Graminicida o Dicotiledonicida) quando controlla solo alcune specie di piante

Diserbante di contatto

Diserbante che uccide solo i tessuti di una pianta che vengono a contatto con il prodotto chimico.

Diserbante residuale

Diserbante irrorato al terreno che non consente la nascita delle infestanti successivamente al trattamento.

Diserbante sistemico

Diserbante che quando irrorato viene distribuito e traslocato dalla parte aerea fino alle radici consentendo il pieno controllo della pianta.

Dormienza

Periodo di riposo durante il quale la pianta ha smesso di crescere e/o le foglie sono cadute. Condizione che permette alla pianta di sopravvivere in condizioni climatiche avverse o difficili, come quelle invernali.

Dosaggio

Quantità di formulato, da diluire o applicare per unità di area o volume di vegetazione da trattare.

 

E


Endemica

Pianta tipica di una determinata area geografica.

Entomofauna utile

Insieme di insetti e artropodi utili a contenere i parassiti che attaccano le piante

Epidermide

Tessuto localizzato nella parte esterna di una pianta, a scopo protettivo.

Eradicante

Trattamento fungicida che consente l’eliminazione del fungo stesso e degl’organi di moltiplicazione e diffusione (spore)

 

F


Fertilizzante

Sostanza o prodotto somministrato al suolo o sulla vegetazione al fine di apportare nutrienti alle piante o alle culture.

Foglia

La foglia è quell'organo delle piante deputato alla trasformazione dell'anidride carbonica presente nell'aria sotto forma di zuccheri grazie all'energia solare. Grazie alle foglie le piante riescono a traspirare e ad assorbire acqua dal terreno poichè creano una gradiente dalle radici alla parte aerea.

Fogliare

Tipologia di applicazione di un prodotto, in questo caso viene irrorato direttamente sulla vegetazione.

Fumaggini

Funghi che si sviluppano sulla melata emessa da afidi e cocciniglie. Sono nerastri e appiccicosi.

Fungicida

Sostanza o prodotto che controlla i funghi parassiti. Un fungicida può essere preventivo, curativo o eradicante

 

G


Giardinaggio biologico

Attività di giardinaggio svolta senza l’apporto di prodotti di sintesi.

Giorni di Carenza

Periodo da rispettare senza effettuare trattamenti prima di raccogliere i frutti o parti della pianta. Per ogni agrofarmaco in etichetta vengono  specificati i giorni di carenza da rispettare per la determinata coltura.

Granuli idro-dispersibili

Prodotto in cui il principio attivo è formulato in granuli tali da disciogliersi quando messi in acqua. È una formulazione il cui vantaggio è di non presentare polveri

 

I


Infezione

Colonizzazione di una pianta da parte di funghi o insetti nocivi.

Insetticida

Sostanza o prodotto che controlla gli insetti. Insetticida può essere di contatto o sistemico. Tipico insetticida di contatto sono i piretroidi (es: Decis) e sono attivi su tutti gli insetti, con apparato boccale pungente-succhiante e masticatore. Insetticidi sistemici (es: Confidor) funzionano prevalentemente con gli insetti ad apparato boccale pungente-succhiante, il vantaggio di questi è la lunga durata, fino a un mese rispetto ad una settimana-dieci giorni dei prodotti di contatto.

L


Larva

Stadio giovanile di molti esseri invertebrati, ancora sessualmente immaturi. E’ lo stadio che si trova tra la fuoriuscita dalle uova e la ninfa o la trasformazione in individuo adulto.

Larvicida

Insetticida indicato per il controllo di alcuni parassiti allo stadio larvale

Legnosa

Specie con tralci legnosi, non erbacei.

Lisciviazione

Fenomeno determinato dall’infiltrazione di acqua in eccesso nel suolo, che porta con sè elementi nutritivi, con conseguente impoverimento del terreno.

Lotta Biologica

Controllo dei parassiti utilizzando antagonisti o predatori naturali

Lotta Integrata

Gestione di controllo dei parassiti che colpiscono le piante dove la lotta chimica viene integrata e coesiste con gli antagonisti e i predatori naturali. Il concetto cardine della lotta integrata è il trattamento a soglia di danno, pertanto richiede un’attenta attività di monitoraggio dei parassiti e degli antagonisti (es: trappole o modelli previsionali). Importante per la lotta integrata è utilizzare prodotti selettivi nei confronti dell’entomofauna utile.

 

M


Melata

Escrezione zuccherina emessa sulle piante da afidi e cocciniglie.

Moria delle piantine

Malattia (che può essere provocata da funghi di diverso genere) che provoca il deperimento di giovani piante nel giro di poche ore.

Microelementi

Elementi essenziali alla pianta, ma in quantità molto ridotte, come ferro, boro, molibdeno, ....

 

N


NPK

Formula che esprime la composizione in azoto (N), fosforo (P) e potassio (K) di un fertilizzante.

 

O


Organico

Prodotto derivato solo da elementi naturali.

Ovicida

Insetticida indicato per il controllo delle uova di alcuni parassiti, in genere acari.

Oidio 

Patologia che generalmente si manifesta con l'emissione di un feltro biancastro sulla pagina superiore delle foglie e sui boccioli.

 

P


Parassita

Insetto o animale dannoso nei confronti di colture e piante.

Perenne

Pianta che vive più di tre anni posta in condizioni normali.

Persistenza d’azione

Periodo di tempo dopo la somministrazione di un prodotto durante il quale una pianta è protetta dall’attacco di un patogeno o parassita.

Pesticida

Termine che deriva dall’inglese (pesticide), sinonimo di agrofarmaco. 

Pistillo

Nei fiori delle piante il pistillo costituisce il gineceo, ovvero tutti i suoi elementi femminili. Nel pistillo avviene la fecondazione; infatti alla sommità del pistillo vi sono gli stimmi che ricevono il polline e questo successivamente feconderà l'ovaio tramite il tubulo pollinico.

Poltiglia

Miscela, fatta solitamente con acqua, di un prodotto fitosanitario per la protezione delle piante. Generalmente viene applicato spray o in irrigazione.

Post-emergenza

Trattamento eseguito dopo la germinazione di una coltura.

Pre-emergenza

Trattamento eseguito prima della germinazione di una coltura.

Preventivo

Trattamento eseguito prima che una pianta subisca l’attacco di un patogeno e si ammali.

Principio attivo

Sostanze (naturali o di sintesi), o organismi (inclusi i virus), che esercitano un’azione specifica o generica di controllo nei confronti di organismi dannosi per le piante.

Pronto all’uso

Prodotto venduto già pronto per l’utilizzo. Solitamente disponibile sotto forma di spray, esca o trigger.

 

Q


Quiescienza

La quiescenza è lo stato di sospensione reversibile dei processi vitali fondamentali di una pianta o di un seme, che permette a questi organismi di superare condizioni avverse alla crescita, come: basse temperature, carenza d'acqua e altro.

 

R


Residuale

Caratteristica di un diserbante, dopo l’applicazione evita la nascita di infestanti per un determinato periodo.

Rifiorente

Pianta che rifiorisce durante tutta la stagione.

Repellente

Sostanza o prodotto che ha la capacità di allontanare, in maniera più o meno selettiva, organismi viventi.

Rizoma

Fusto sotterraneo che si diffonde in superficie dando origine a germogli e foglie. Piante rizomatose sono iris, mughetti, quando sono infestatnti sono di difficile controllo, ad esempio la gramigna 

Rodenticida

Sostanza o prodotto che uccide roditori.

 

S


Sempreverde

Pianta che non perde le foglie (ad esempio le conifere)

Semenzaio

Contenitore utile alla germinazione delle piante da seme.

Sistemico

Prodotto che, una volta penetrato all’interno della pianta, si diffonde al suo interno.

Spaglio

Metodo di applicazione e distribuzione di un prodotto al suolo (pellet, granuli, ecc) che consiste nel distribuirlo uniformemente.

Spettro d’azione

Tutte le colture protette dall’azione di un determinato prodotto.

Succhione

Germoglio che cresce direttamente dalle radici o alla base della pianta.

 

U


Utilizzo consentito

Colture, patogeni o malattie per le quali è consentito eseguire un trattamento. Queste indicazioni si trova sull'etichetta di ogni prodotto.