Sia che si tratti di un solo scarafaggio o di un’invasione di grilli, non è comunque piacevole avere a che fare con insetti che colonizzano la nostra casa. Quando avrete allontanato gli insetti da casa ma sarete in allerta per ulteriori invasioni, leggete le seguenti considerazioni per conoscere meglio il comportamento di questi insetti invasori. 

Gli insetti cercano un rifugio

Gli insetti che entrano nella vostra casa in autunno, lo fanno perchè sono alla ricerca di un rifugio. In inverno, gli insetti entrano in una condizione di letargo chiamata diapausa. Molti insetti che svernano allo stadio di adulto, modificano la composizione chimica del loro sangue, producendo una sostanza simile ad un antigelo che li protegge dal congelamento. Questo permette loro di sopravvivere al freddo invernale protetti sotto la corteccia degli alberi fino alla primavera successiva, quando il loro sangue cambia nuovamente composizione. Nonostante questa strategia invernale, molti insetti, come le cimici e alcuni scarafaggi, tendono a cercare un posto caldo dove rifugiarsi non appena le temperature iniziano ad abbassarsi. Per questo motivo spesso ce li ritroviamo in casa. Gli insetti che si rifugiano nelle case, in inverno, non si riproducono. Molti nemmeno sopravvivono. 

Il ruolo dell’umidità

Molti insetti hanno difficoltà a regolare il contenuto di acqua del loro corpo, per questo motivo vivono in zone umide; in autunno, insetti quali coleotteri, ragni, millepiedi o grilli, si rifugiano nelle cantine. Mantenete le vostre cantine il meno umido possibile se volete ridurre l’invasione di insetti alla ricerca di un posto dove passare l’inverno.

Capita anche spesso di trovare insetti alla ricerca di un posto umido nel lavello di bagni e cucine: centopiedi, formiche, dermatteri. Per evitare questo inconveniente, asciugate i lavelli con uno straccio a fine giornata.  

Predatori contro prede

Cercate di capire se gli insetti che invadono la vostra casa sono migratori (e quindi in casa di passaggio!) o stanziali. Insetti come cimici, coleotteri carabidi, ragni lupo e mosche, sono insetti svernanti alla ricerca di un posto dove passare l’inverno. Centopiedi, ragni e pesciolini d’argento, sono presenti solo in certi periodi dell’anno, alla ricerca di cibo. Per ridurre la presenza di questi insetti, cercate inoltre di capire se si tratta di insetti predatori o se sono prede: centopiedi e ragni si alimentano a spese di altri insetti. Eliminando la loro preda, eliminerete anche i predatori. I pesciolini d’argento, che vivono fino a otto anni, si sviluppano su libri umidi, cartone, o materiale contenente amido: riducendo l’umidità e la polvere ridurrete la loro presenza. 

Come comportarsi con questi invasori

Cosa fare quando ci si imbatte in uno di questi insetti che invade la casa? Schiacciatelo! mosche, insetti, formiche, centopiedi e pesciolini d’argento. ma attenti: quando schiacciate i pesciolini d'argento possono rilasciare colore che macchia. Cimici e scarafaggi, se schiacciati, emettono un odore terribile: molto meglio allontanarli. Se trovate degli insetti all’interno di un sacchetto, chiudeteli in un ulteriore sacchetto, poichè alcuni sono in grado di forare la plastica ed uscirne, e buttate via il tutto. Inserite nei sacchetti delle palline di cedro per evitare che vi entrino gli insetti.

Per ridurre, evitare o eliminare la presenza di insetti in casa, infine, utilizzate prodotti insetticidi appropriati.