Ragni in casa: amici o nemici?


I ragni appartengono alla famiglia degli aracnidi e, come gli insetti, possono infestare casa nostra.

I ragni, come gli insetti, sono piccoli animali che possono infestare casa nostra; appartengono alla grande famiglia degli aracnidi e sono responsabili di una delle più comuni forme di paura dovuta a esseri viventi: l’aracnofobia.

Quando viene scovata la presenza di un ragno in casa, la forma di lotta più frequentemente utilizzata è quella fai-da-te: solitamente una scarpa!

I più impavidi adottano, invece, il motto vivi-e-lascia-vivere, sperando che valga la stessa cosa per i ragni. Se vedete un ragno a penzoloni o un ragno che corre sul pavimento, non abbiate paura, potreste decidere di condividere il vostro appartamento con un paio di ragni.

Un consiglio: è sempre meglio non toccare un ragno. I ragni non attaccano spontaneamente l’uomo, ma, se si sentono in pericolo, possono pungere. Alcuni ragni possono iniettare veleno. Alcuni possono provocare solo leggere punture, arrossamenti, gonfiori o ferite che richiedono un intervento medico.

Prima di schiacciare un ragno, però, considerate i vantaggi che un ragno può darvi.

3 motivi per cui i ragni possono essere utili in casa:

1. I ragni si alimentano di insetti fastidiosi I ragni si nutrono di scarafaggi, forbicine, zanzare, mosche e tarme. Se lasciati indisturbati, i ragni divoreranno la maggior parte degli insetti della vostra casa, contribuendo al loro controllo.

2. I ragni uccidono altri ragni. Quando due ragni vengono a contatto, si innesca un meccanismo di competizione e lotta dove il vincitore si mangia il perdente. Se nella vostra cantina sono presenti ragni con le zampe lunghe, questo accade perchè spesso una popolazione composta di molti ragni piccoli, viene sostituita da pochi ragni di grosse dimensioni.

3. I ragni aiutano a ridurre la diffusione di malattie. I ragni si alimentano di alcuni parassiti domestici che trasmettono malattie agli uomini: zanzare, pulci, mosche, blatte e altri.

Aspetti stagionali

I ragni, in casa, vivono solitamente un paio di anni, continuando a riprodursi. I ragni che vivono all’esterno, invece, si riproducono in primavera e i giovani ragni diventano adulti nel corso dell’estate. In molte regioni, la presenza di ragni aumenta considerevolmente nel periodo a cavallo tra estate e autunno, soprattutto all’interno delle case. Il motivo è che in questo periodo, i giovani ragni diventano adulti. Gli individui maschi adulti, alla ricerca di una femmina per l’accoppiamento, sono più mobili e spesso entrano nelle case.

Controllo dei ragni

Se il livello d'infestazione è alto o avete l'aracnofobia potete seguire alcuni consigli:

  • Prevenite l’ingresso di ragni e insetti in casa. Chiudete e bloccate eventuali punti d’ingresso. 
  • Evitate che detriti, spazzatura o compost siano a contatto con le mura della vostra casa.
  • Conservate abiti dismessi e altri oggetti in sacchi di plastica chiusi. Le scatole di cartone attraggono gli insetti, che, a loro volta, attraggono i ragni (e spesso attraggono i topi!).
  • Conservate la legna all’esterno (lontana da casa), per evitare di trasportare ragni in casa.
  • Spruzzate i prodotti insetticidi nei punti dove i ragni hanno costruito le loro tane: ad esempio, negli angoli, vicino alle finestre e negli interstizi delle porte.
  • Eliminate la fonte di nutrimento dei ragni: controllate gli insetti con trattamenti insetticidi appositi.
  • Eseguite un trattamento perimetrale attorno alla vostra casa, con un prodotto specifico.